Sport

Copiando spudoratamente la definizione presa da un’altro sito web, sport è una parola inglese del 1500 derivata dalla parola francese “desport” e sinonimo di divertimento, svago o ricreazione. Oggi per sport si intende l’insieme di esercizi fisici praticati singolarmente o in gruppo, agonisticamente o da amatoriale. Se dovessi invece pensare a cosa significhi per me questa parola, mi vengono in mente gli allenamenti che facevo coi pulcini, la tiratissime partite di pallavolo alle superiori, gli anni in cui andavo in palestra con mio padre o con gli amici.

Vivendo in un paesino, la scuola calcio presente non è sicuramente al pari delle blasonate squadre di serie A, eppure nelle Marche facevamo la nostra porca figura, sia a livello giovanile che di prima squadra. Purtroppo un po’ perchè mi ammalavo spesso, un po’ perchè i miei volevano che mi dedicassi alla scuola, la mia avventura calcistica è durata pochi anni, ho fatto parte solamente della categoria pulcini e esordienti. Mi ricordo che il primo anno non volevo partecipare alle partite per paura che facevo perdere i miei compagni e quindi mi presentavo solo agli allenamenti. Poi è nato il senso di gruppo, la coesione, lo spirito di squadra e quante partite abbiamo giocato insieme! Ogni volta che affrontavamo i bambini di un paese vicino al nostro era come giocare una partita internazionale, come se gli altri avessero cultura e tradizioni diverse dalle nostre. Da buona ala sinistra facevo quello che potevo ma in fondo del risultato non ce n’è importato mai niente. Tranne quella volta che un nostro compagno fu investito da una macchina poco prima di iniziare la partita, volevamo vincere a tutti i costi ed invece fu l’unica volta che ci bastonarono a dovere.. un 9-0 sotto la pioggia è indimenticabile. Appese le scarpette al chiodo alla veneranda età di 11 anni, iniziai a seguire la prima squadra. Dall’eccellenza la grande Sangiustese arrivò fino alla C2 e, per seguire la squadra, eravamo costretti ad andare sportallo stadio di Fermo perchè il nostro non era adeguato. Partite tiratissime, ogni volta restavo senza voce, agitatissimo. E’ durissima la vita da tifoso di una squadra che lotta per non retrocedere, non invidio per niente i tifosi del Chievo che, da piccolo quartiere di Verona, ogni anno cercano disperatamente di salvarsi in serie A.

Ginnastica.. che bella parola quando si è bambini, quella parola che ci fa saltare le lezioni più noiose e ci permette di giocare tutti insieme. Doppio guadagno. Qualche volta giocavamo a basket, soprattutto alle superiori, ma niente è comparabile alle partite di pallavolo. sportAgonismo puro: dalle incazzature con le ragazze che non ci mettevano voglia, ai duelli personali col compagno di banco, alle schiacciate, ai muri, ai salvataggi miracolosi. Cosa non darei per farmi una bella partita di pallavolo e quanto mi mancano quei momenti! Ogni volta tornavamo massacrati, tutti sudati, neanche fossimo andati ai lavori forzati. Il bello è che il preside ci metteva puntualmente fisica, perchè poi ginnastica diventa fisica per chi va alle superiori, alle ultime due ore del sabato così da andare a casa tutti belli profumati che ogni tentativo di abbordaggio del weekend andava male.

Certo che non giocando a pallone, non si può fare solo ginnastica una volta a settimana per rimanere in forma, poi per uno come me abituato a mangiare parecchio.. quindi ci furono gli anni della palestra che occupavano le poche ore di tempo libero. Forse era un po’ un pretesto dei miei per tenermi buono ed evitare di sgasare con il mio bel motorino. All’inizio veniva anche mio padre che doveva smaltire qualche chilo di troppo, poi altri compagni di scuola che avevano rinunciato al calcio iniziarono a venire. Alla fine in palestra non ci si divertiva troppo; a meno che non si rimaneva fissi a guardare le ragazze fare step, si stava un po’ insieme e si faceva qualche sfida coi pesi. Perchè lo sport è così: è utile per sfogare le tensioni accumulate durante la giornata, per non fare addormentare troppo i nostri amici muscoli ma soprattutto è come il caffè.. è semplicente una scusa per vedersi e passare del tempo insieme, facendo quattro risate.

Lascia un commento


*

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>