La Bestia e la Bella

Forse è la prima volta che creo un nuovo articolo nel blog e non ho ancora la più pallida idea di cosa scrivere e di come farlo. E’ complicato perchè da un lato non mi va di dare giudizi o di fare il perfezionista del cavolo, e neanche di raccontare troppo della mia vita privata, dall’altro fanno male certi comportamenti, specialmente nei confronti di un ragazzo che provava a dare il triplo di quello che poteva.

Vabbè visto che ci sono.. Si parla di una sera in cui ho avuto la straordinaria idea di scrivere ad una ragazza per chiederle come si sentiva, visto che aveva avuto un incidente e s’era fatta male ad un braccio. E’ la figlia di alcuni amici di famiglia, più o meno della mia età e mezza sangue come me. Ci mandiamo qualche messaggio, una serata chattiamo parecchio e dal nulla decidiamo di uscire insieme il giorno dopo. Da perfetti sconosciuti siamo restati a parlare 4 ore.. non ricordo di cosa, ricordo solo piedi rotti a fine serata e di essere contento di averla conosciuta. Ci continuiamo a frequentare per un mese. Lei era molto carina e io super premuroso perchè aveva già sofferto in passato e volevo essere speciale per lei. Ci credevo sul serio. Non ero innamorato ma non ho mai avuto così tanta voglia di impegnarmi seriamente e di costruire qualcosa di importante con qualcuna. Pensavo veramente poteva essere una favola; quando eravamo piccoli s’era presa una cotta per me, e stare insieme dopo tanti anni era stupendo. Per farla breve, così come è stata, una sera usciamo, una bellissima serata tranne il finale in cui lei si arrabbia per non aver voluto guardare una foto; dodici ore dopo litighiamo sul nulla; il giorno dopo mi manda a quel paese, al primo problema, alla prima discussione. Io ho provato a dare il massimo che potevo.. gli auguro di incontrarlo un ragazzo che gli parla prima dei sui difetti che dei sui pregi per proteggerla, che si priva di alcune amicizie senza neanche dirglielo per levare da mezzo qualsiasi possibile problema (visto quello che aveva passato), che provava ad essere quasi perfetto. Ci sta, come gli avevo già detto, che non ti trovi bene con me, ma dimmelo, parliamone. Sinceramente le urla per telefono, il poco rispetto per me, per come sto e per i miei (e lei doveva essere la prima al mondo a capirlo visti i suoi trascorsi e suo padre che non sta bene), non penso di aver fatto nulla per meritarli. Fa male perdere una persona dall’oggi al domani ma soprattutto la poca delicatezza nei confronti del ragazzo per cui teoricamente dovresti provare un minimo di bene.

Quando capitano queste cose ti destabilizzano, ti fanno perdere sicurezza in te stesso. Anche se ti ha fatto male ci pensi, specialmente nelle prime settimane, e una sera non riuscendo a dormire ho provato/dovuto a scrivere qualcosa, tutto in una notte. Magari in qualche altra vita ci riproveremo e magari il finale sarà diverso, ma per almeno 25/30 vite non se ne parla.

0 votes
Precedente Password televisione LG Successivo Pensieri

Lascia un commento


*

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>